Banche centrali in continuo lavoro

In questi ultimi giorni di contrattazioni la maggior parte delle borse mondiali è riuscita a recuperare oltre la metà delle perdite subite nei due giorni dopo La brexit.
Dopo aver perso la mostruosa cifra di 4 trilioni di dollari in valute ora gli investitori scommettono che la maggior parte delle banche centrali darà il via a nuove misure di sostegno alle varie economie.
La maggior parte degli investitori è tornata a rischiare mentre aumenta la fiducia che la Fed metterà in campo una nuova onda di liquidità per riuscire a contrastare lo shock che l’economia mondiale ha avuto dopo il voto inglese che ha visto uscire dall’Unione Europea e Regno Unito.
Gli operatori di mercato sono in fase di scommessa e puntano sul fatto che la Banca centrale europea voglia espandere il suo programma di acquisto di asset ma allo stesso momento i trader americani non sono più fiduciosi per quanto riguarda un rialzo dei tassi interesse da parte della Federal Reserve entro l’anno e questo a causa dello shock derivato dalla brexit.
Dall’altra parte del mondo, Haruhiko Kuroda, Governatore della Banca del Giappone ha reso noto che verranno inseriti fondi all’interno del mercato che non faranno altro che alimentare l’aspettativa di ulteriori stimoli da parte della BoJ.