La differenza tra il Forex e i CFD

la differenza tra il forex e i cfd

Qual’è la differenza tra Forex e CFD ? Come fare trading online ? Sono domande comuni per il trade quando si addentra nel mondo del trading. Cerchiamo di fare chiarezza su questi due termini per poi orientarci meglio e non commettere errori che ci potrebbero constare del denaro. Iniziamo esaminando i CFD.

Cos’è e come funzione il trading CFD

I CFD  hanno origine a Londra negli anni 90. In 10 anni circa i CFD  sono arrivati fino agli investitori commerciali, diventando più comuni. Nacquero varie piattaforme che davano la possibilità di controllare gli andamenti online, una vera e propria rivoluzione. Il boom vero dei CFD ci fu negli anni 2000, quando gli investitori si resero conto del loro potenziale. Ciò che rendeva il prodotto CFD differente era la leva finanziaria nei CFD  applicabile a qualsiasi attività sottostante.

CFD è una sigla che sta per (contratto per differenza) non è altro che uno strumento derivato. Lo strumento derivato permette all’investitore di trarre vantaggio dal rialzo o dal ribasso del prezzo delle attività finanziare scelte. Il CFD è uno strumento che trae beneficio o valore da altre tipologie di strumenti. Con i CFD non si negozia, ne si scambia e ne si comprano le azioni fisicamente, ma è un’operazione tra venditore e acquirente che guadagnano e scambiano denaro in base alla variazione dell’attività sottostante, il momento preciso di guadagno è quando l’operazione viene aperta o chiusa.

Con i CFD non ci sono contratti e ogni società può determinare i propri, anche se hanno dei punti in comune. I CFD sono un prodotto economico, ovvero non hanno bisogno di un grande investimento iniziale, i CFD consentono grandi speculazioni ad un costo veramente basso. Sono contratti per differenza che permettono all’investitore di andare sia al rialzo che al ribasso usando qualsiasi posizione, nei CFD ci sono due tipi di margine: Il margine iniziale  e il margine variabile. Ad oggi è un modo di fare investimento in larga espansione e alla portata di tutti.

Per fare trading CFD bisogna iscriversi ad una piattaforma broker. Girando nel web se incontrano molte ma bisogna fare attenzione ai siti pirata. bisogna affidarsi solo a broker che espongono le certificazioni come la CySEC, la FCA e la CONSOB.

Cos’è e come funziona il trading Forex

Il Forex ebbe origine nel Medio Evo, per poi arrivare ai giorni nostri, passando per gli accodi di Bretton Woods , nel 1944  grazie a questi accordi le principali monete mondiali si accordarono per la creazione di un sistema monetario basato sul dollaro, questo sistema prevedeva che il dollaro fosse la valuta principale, con il tempo però l’accordo decadde comportando un cambiamento nell’assetto finanziario.

La sigla Forex sta per (foreing exchange market) ovvero scambio di valuta estera, questo accade quando una valuta viene scambiata con un’altra ovvero si scambiano sempre a coppie. Il Forex è il più grande mercato finanziario del mondo, sia in termini economici che di transazioni. Principalmente il Forex viene usato da grandi investitori, banche, multinazionali, governi ecc. il mercato del Forex muove cifre da capogiro, la durata giornaliera degli scambi dura 24 su 24 ore, il mercato del Forex è il più liquido.

Il Forex fino a pochi anni fa era solo per pochi, ma dopo l’esplosione del Forex trading le cose cambiarono, avvicinando il Forex trading a tutti. Per iniziare  a fare Forex trading ci si deve iscrive ad una piattaforma broker, da tener in considerazione solo le piattaforme regolamentate e certificate per non andar incontro a truffe, le regolamentazioni principali sono:a CySEC, la FCA e la CONSOB.

Ora che sappiamo le origini del Forex e che cosa sia, addentriamoci nelle strategie per iniziare a fare Forex trading.Il Forex si basa sulla leva finanziaria e questo permette anche ai piccoli investitori di potervi accedere, la leva finanziaria esprime sempre un rapporto, se un broker offre una leva di 100:1(100a 1) significa che ogni unità investita sarà moltiplicata per 100. Semplicemente non è altro che un meccanismo che permette al trader di investire 10 ma è come investisse 100, se guadagna guadagna di più ma se perde, perde sempre 10 ma più velocemente.Per fare Forex trading ci sono svariate strategie, sia più semplici che più professionali, sicuramente alla base c’è un’analisi tecnica  degli andamenti dei mercati.

Le tre strategie più in vista nel Forex trading sono:

Le strategie a breve termine sono veramente brevi, si apre la posizione per pochi minuti e poi si chiude, questa strategia di solito viene usata da veri professionisti.

 La strategia Day trading è una strategia che viene sfruttata per la maggiore dai trader, in questo modo la posizione viene aperta la mattina e chiusa a chiusura della borsa.

La strategia a breve e lungo temine è una strategia meno affidabile, per la borsa è troppo veloce per prevedere perdite e guadagni, per investire nel Forex trading con la strategia a lungo termine si devono avere dei cospicui fondi da investire.

Sia il trading CFD che il Forex trading sono due ottime possibilità di investimento, per iniziare senza investire il vostro capitale, le piattaforme broker metto a disposizione dei conti demo, che vi faranno da palestra per allenarvi prima di iniziare realmente.