Richiesto aumento dell’ecotassa da parte dell’antitrust

forex

Il sistema di smaltimento dei rifiuti in Italia ha un fatturato annuo di circa 20 miliardi di euro, l’Antitrust ha proposto di aumentare l’ecotassa per l’utilizzo delle discariche e di aumentare anche le cifre pagate dai produttori di imballaggi.

Tutto questo è scaturito dopo un’indagine durata un’anno da parte dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato che ha prodotto un dossier di oltre 200 pagine nel quale sono contenute svariate indicazioni destinate al Parlamento ed al Governo atte a ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti e l’efficienza di tutto il settore.

Secondo questa indagine in Italia ci sono quasi 2.000 aziende, la maggior parte pubbliche e molto piccole che si dividono il 20% del ricavato e 80 sono quelle che si dividono l’80% del ricavato, 9 di queste sono aziende private.

Per questi motivi l’Antitrust chiede che siano indette delle gare da parte degli enti locali per l’affido della gestione dei rifiuti con mandati di non oltre i 5 anni e che venga separato il servizio di raccolta da quello dello smaltimento.

Per offrire un servizio ottimale le varie aziende dovrebbero coprire aree di un massimo di 100.000 abitanti o 90.000 tonnellate, per fare un esempio, nella città di Milano servirebbero circa 15 aziende e su Roma ne servirebbero almeno 28.

L’Antitrust propone anche di diminuire la quantità di rifiuti che finisce nelle discariche che nel nostro paese è attorno al 35% rispetto per esempio ad una Germania che ha una percentuale del 2%.
Per questo si chiede di aumentare il volume della raccolta differenziata che a tutt’oggi è considerata la più costosa ma realmente non è così visto che produce valore.

Ecco il perchè della proposta di aumento dell’ecotassa sulle discariche, per far si che la pratica inizi ad essere abbandonata, oltre questo si cerca di uniformare le cifre, in sardegna il costo si aggira attorno ai 5 euro a tonnellata, ne Friuli invece si è arrivati a 20 euro.

Un segnale da utilizzare per il forex trading, per chi desidera maggiori informazioni sul forex: http://www.tradingmania.it/forex/

Per tutti coloro che volessero consultare il rapporto completo potete trovarlo al seguente indirizzo:

http://www.agcm.it/component/joomdoc/allegati-news/IC49_testoindagine.pdf/download.html